Quando e Perché è Necessario Effettuare la Derattizzazione?

Bonificare un ambiente invaso dai topi (intervento conosciuto con il nome di derattizzazione) è un’operazione di fondamentale importanza. E non solo perché i ratti compromettono irrimediabilmente le condizioni igenico-sanitarie degli spazi in cui s’insediano, ma soprattutto perché sono potenzialmente in grado di mettere a repentaglio la salute degli essere umani e dei nostri amici a quattro zampe.

Sono spesso causa, tra le altre cose, di danni d’immagine e danni economici, ragion per cui è bene ricordare che effettuare periodicamente un controllo è consigliabile sia a chi opera in ambito agricolo che in quello industriale e civile e, in particolar modo, a quanti gestiscano un’azienda di tipo agroalimentare.

L’intervento di derattizzazione ha subito, negli anni, svariate modifiche.
Ai fini della bonifica di un ambiente infestato si usano oggi tecnologie e strumenti all’avanguardia progettati per favorire la risoluzione di un problema che affligge l’uomo ormai da secoli.
Tecnologie che sono state messe a punto grazie ai progressi effettuati nel campo della ricerca e ad uno studio sempre più approfondito e specifico della famiglia dei Muridi.

I roditori sono creature piuttosto intelligente e sono abili, in quanto tali, a riconoscere le esche posizionate per catturarli e a comunicarne la relativa presenza ai propri simili.

Per questa ragione le classiche trappole usate per decenni non hanno più un effetto risolutivo sulla problematica e l’uomo ha dovuto ingegnarsi per cambiare radicalmente il suo approccio nei confronti della disinfestazione degli ambienti e della conseguente cattura dei topi.

Le tecniche ad oggi più efficaci sono senza ombra di dubbio la derattizzazione meccanica e quella ecologica, entrambe in grado di risolvere il problema alla radice e di bonificare da cima a fondo l’ambiente che è stato interessato dall’invasione dei topi.

Come Funziona la Derattizzazione Meccanica?

La derattizzazione meccanica, come suggerisce il nome stesso, si avvale di sistemi meccanici per catturare i roditori e sgomberare l’ambiente da ogni singolo esemplare. La ditta specializzata avrà cura di posizionare delle trappole meccaniche in dei punti strategici. Queste trappole sono sostanzialmente di due tipi: ci sono quelle che catturano il roditore e funzionano a mo’ di ghigliottina o di tagliola, oppure ci sono le strisce collanti che imprigionano l’animale ma permettono, successivamente, di liberarlo in una zona più idonea in cui non possa nuocere alla salute di nessun essere umano.

Trappola a Molla

Colla per Topi

La derattizzazione meccanica prevede anche delle trappole a cattura singola o multipla attraverso le quali è possibile imprigionare rispettivamente uno o più roditori sino a che la capienza dell’esca stessa non si esaurirà.
Il vantaggio più grande della derattizzazione meccanica è che queste trappole tecnologicamente avanzate bloccano subito il roditore evitando così di dover ricorrere alla derattizzazione chimica – e dunque potenzialmente nociva – dell’area interessata dall’intervento.
Il successo dell’operazione è comunque legato al posizionamento del trappole, nel senso che affinché i topi vengano imprigionati è fondamentale studiare prima i luoghi in cui tendono a concentrarsi e le abitudini degli esemplari che hanno invaso l’ambiente.

Come Funziona la Derattizzazione Ecologica?

La derattizzazione ecologica è quella che ha un impatto meno diretto sull’ambiente nell’ambito del quale s’intende intervenire. Questo sistema parte dal presupposto che il topo sia un essere straordinariamente astuto e che per combatterlo sia necessario fare il possibile per confondere il suo istinto naturale. Quelle impiegate nella derattizzazione ecologica sono pertanto delle trappole intelligenti che, pur non andando ad incidere sull’ecosistema, permettono la cattura dei roditori in modo semplice e rapido.

Questo tipo di derattizzazione è consigliata nel caso in cui non sia possibile utilizzare delle esche rodenticida o dei prodotti chimici. Si avvale di quelle che vengono chiamate in gergo postazioni ecologiche, vale a dire delle trappole che hanno una funzione adescante. Il vantaggio della derattizzazione ecologica è che l’adescamento avviene solo ed esclusivamente tramite sostanze naturali: si usano per lo più semi di girasole, pinoli e grasso di maiale, sostanze che hanno il doppio vantaggio di non disturbare in alcun modo la catena alimentare e di non contaminare l’ambiente in cui viene effettuato l’intervento di derattizzazione.

Va da sé, pertanto, che la scelta tra sistema ecologico e sistema meccanico debba essere effettuata sulla base del tipo di contesto in cui si andrà ad operare ma, soprattutto, in considerazione dell’impatto ambientale che i rimedi antiroditori generano in maniera inevitabile. Quel che è certo è che, con dei sistemi così sofisticati e tecnologicamente avanzati, non è assolutamente il caso di optare per i rimedi classici e troppo invasivi, non fosse altro per evitare che peggiorino ulteriormente le già precarie condizioni igienico-sanitarie in cui versa un ambiente che è stato invaso dai topi.

Chiama ora

Chiama il nostro servizio di centralino e richiedi un preventivo gratuito.

Invia una mail

Inoltra un messaggio via mail e uno dei nostri tecnici ti ricontatterà per fornirti informazioni.

Compila il Modulo Contatti

Qui in basso puoi trovare il modulo dei contatti da compilare con i tuoi dati e la tua richiesta.

Chiudi il menu